Meridiani Roadshow: Nature is home

MERIDIANI ROADSHOW DA L’AMBIENTE

Il Roadshow “Nature is home” è on show in Veneto: è L’Ambiente a Motta di Livenza ad ospitare la quarta tappa dell’allestimento itinerante dedicato al design che si plasma attorno ai materiali e ai colori della natura. Il tema di ispirazione è Foliage, che coinvolge un’area living e una zona pranzo, in cui la natura crea suggestioni materiche e dà anima ai prodotti, con le sue cromie, come il rosso autunnale, e i suoi materiali come il legno, il marmo, le fibre naturali.

Per l’occasione abbiamo intervistato Ombretta Dal Zin, proprietaria di L’Ambiente, con cui abbiamo dialogato sul presente e futuro della progettazione d’arredo.

·          Cosa significa oggi essere un rivenditore di arredamento?

Oggi non possiamo più definirci rivenditori di arredamento. Ciò che oggi vogliamo offrire ai nostri clienti è una progettazione completa che permetta di esporre uno studio d’interni che inizia con la proposta dei materiali per il rivestimento della casa, continua con il progetto illuminotecnico e, infine, ci sarà la proposta d’arredo. Il consulente d’arredo deve essere un po' psicologo, deve interpretare esigenze e gusti del cliente, deve dialogare con il proprio cliente sino al punto di creare un legame di fiducia che gli permette di dare vita ad uno spazio abitativo personalizzato. I nostri negozi non sono solo una vetrina che vuole rappresentare uno spazio della casa: la cucina, il living, la camera, il bagno; ma dedicano uno spazio per progettare con il cliente, dove protagonista è il materiale: legno, resina, ceramica, tessuti, colori.

·         Come cambia il modo di progettare (e vivere) gli spazi in epoca post-pandemica? 

Il lockdown ha costretto le persone a rimanere nelle proprie case, ha permesso alle persone di vivere gli spazi all’interno delle proprie ambientazioni in modo diverso rispetto al passato, con sentimenti diversi. Il desiderio di maggior comfort, di maggior funzionalità, di bellezza, ha fatto nascere la voglia di rivedere gli spazi abitati. In alcune situazioni è nata la necessità di introdurre un ufficio, una palestra e addirittura un giardino all’interno di spazi già definiti. È per questo motivo che i locali sono diventati polifunzionali e persino trasformabili attraverso soluzioni che non danneggiano, ma che invece esaltano la vivibilità della casa. Un metodo per portare alla realtà questo genere di soluzione è quello di utilizzare stili di arredo minimalisti. Il vivere la casa in questo modo ha portato il cliente ad approfondire maggiormente anche la sua sensibilità nei confronti del proprio impatto ambientale, per questo la scelta di arredi prodotti in modo ecosostenibile è rivolta ad un approccio alla quotidianità e ad una consapevolezza sempre più “green”. Il desiderio di uno spazio esterno è un bisogno di benessere fisico e mentale. Il lockdown ha semplicemente evidenziato l’importanza di molte piccole cose che davamo per scontate. Essere costretti in spazi chiusi ha certamente fatto nascere l’esigenza di godere di aree aperte o di spazi dedicati al benessere della propria persona.

·         Quali sono le 3 parole chiave della progettazione e del servizio clienti in un mondo sempre più esigente e in continuo cambiamento?

Creatività, Funzionalità, Razionalità.

COMPLETA LA FRASE: Lo Store del prossimo futuro…

…uno spazio all’interno del quale la tecnologia si fonde con la realtà.  Il tavolo non è un semplice tavolo ma un oggetto che interagisce con chi lo utilizza. Il progetto diventa un’esperienza da vivere.

 

Vi aspettiamo:

6 dicembre 2021 – 28 gennaio 2022 > ispirazione FOLIAGE

L’Ambiente, Motta di Livenza – Via Pordenone, 27, www.lambiente.it